Ricette & Veganismo

Spaghetti alle iammaverdure orientali

Non sbavatemi tutti i pixel della foto altrimenti sarò costretto a cacciarvi dal blog!

Scherzi a parte, la foto sovrastante non sarà scattata con una reflex da hipster, ma i piatti che vi sono rappresentati si mostrano ugualmente nel loro essere tremendamente invitanti. Invitanti e succulenti sì, ma anche vegan e privi di crudeltà (cruelty free, come si dice) ed infine economici. Car* lettor*, oggi infatti vi presenterò un piatto che mi è capitato di sperimentare in una serata noiosa che è presto divenuta giocosa, ma sopratutto saporita…

per farlo ho utilizzato gli ingredienti a basso costo del Lidl della linea di prodotti “Vitasia” recentemente promossa.

Per prepare questi gustosi e vegani “Spaghetti alle iammaverdure orientali” dunque servono

i seguenti Ingredienti (per 2 persone, se siete una triade di amanti o di amici aggiungete 90 gr in più di pasta, 100 di verdure, 50 di tofu  ):

–  180 gr di spaghetti “cinesi” (anche quelli italiani possono andar bene, ma io ho utilizzato quelli della “Vitasia”)

– 300 gr di verdure miste orientali surgelate “wok” (la ricetta mi è venuta con quelle della linea “Vitasia”)

– Olio di oliva

– 150 gr di tofu (preferibilmente biologico)

– Curry

– Cipolla media

1 ) Prendete una padella, aggiungeteci dell’olio di oliva quanto basta (non troppo, non dobbiamo fare mica una frittura!)

2 ) Accendetela su un fuoco medio. Tagliate a fettine una cipolla media e cospargete le fettine ottenute nella padella

3 ) Nel frattempo riempite d’acqua una pentola e portatela a bollore. Quando bolle buttateci gli spaghetti

4 ) Prendete il sacco delle verdure miste orientali surgelate e svuotatelo per metà (300 gr) nella padella incandescente. Mescolate con un cucchiaio di legno e lasciate cuocere per 8-10 minuti.

5 ) Un minuto prima di spegnere le verdure “fate piovere” frammenti (ottenuti con le dita) del  pezzo di tofu ed aggiungete un po’ di curry

6 ) Quando gli spaghetti saranno cotti scolateli e rimetteteli nella pentola. Una volta pronto anche il misto verdure orientali-tofu-curry aggiungetelo alla pasta e mescolate. Salate a piacere (le verdure sono già salate in realtà). Trasferite la pasta dalla pentola ai piatti.

Buon appetito.

Chi sono

Mi chiamo Matteo Iammarrone, classe 1995. Vent'anni di cui almeno gli ultimi cinque passati a gironzolare qua e là per l'Italia e non solo. Altri impiegati in webdesign e programmazione.
Moltissimi altri impiegati a scrivere canzoni e poesie e ad usufruirne. Attualmente studio Filosofia presso l'Università di Bologna e cerco di sopravvivere ai suoi anni dieci (gli anni zero sono già morti da un pezzo!)

Non si esce sani dagli annidieci

La mia nuova silloge poetica edita con L'oceano nell'anima edizioni. Poesia intermezzata da prosa che la contestualizza, la introduce, la commenta. Un linguaggio in parte devoto al gergo giovanile e ai nuovi inglesismi, così come al cantautorato indie. Un affresco di sentimenti inclusivi, poliamori, storie poliglotte, polifunzionali, amori mai banali, liberi dall'ingombro del vecchio mondo. Riflessioni sulle narrazioni romantiche dominati, sulla proprietà, sul futuro del capitalismo e sul futuro stesso della poesia che è il futuro dell'uomo.

Ordina Libro Ordina E-book

Maggiori info

Presentazioni: - Pescara, 8 Luglio 2016 - H21:45 - Circolo Babilonia (Via Campobasso); - San Severo (Fg), 18 Luglio 2016 - H20:00 - I Sotterranei (Corso Gramsci) - Bari, 2 Agosto 2016 - Ex Caserma Liberata BOLOGNA, 9 Dicembre 2016 - Poco ma buono (Via dell'Unione) (Per organizzare nuove presentazioni scrivetemi a contatto@matteoiammarrone.com o dalla sezione Contatti)
(Poems in swedish language)

Statistiche

Frase del giorno

Cerca treni

Stazione di partenza (es. "Pescara Centrale"): Stazione di arrivo (es. "Roma Tiburtina")