Perchè non userò più Facebook

Sicuramente molti di quelli che seguono la mia pagina fan su Facebook avranno letto il mio recente post dove ringrazio tutti per avermi votato al concorso che mi dava la possibilità di suonare al Concertone del Primo Maggio; ebbene, oltre a ringraziare tutti, scrivevo anche che non userò più Facebook, non per cazzeggiare e sperperare il mio tempo e non dal mio profilo “Matteo Iammarrone” per lo meno.

“…come il bit delle discoteche dei temporali, quando saltavano le connessioni ed era meglio così. E un bel dì useremo il web solo per le ricerche, come si soleva fare all’inizio del millennio. E un bel dì tutto finì: una bomba atomica infestò le bacheche, uno scoppio fece crollare le travi, il database, e una bella scopata ci salvò, un fare l’amore tra i case riversi nei backstage dei concerti degli animi persi, negli anni persi.” (Cit. nuovo libro in lavorazione ) 

Il mio account continuerà ad esistere, ma solamente per avere la possibilità di gestire la mia pagina fan e altre pagine di cui sono amministratore.

E mi sforzerò, mi impegnerò e farò attenzione al fine di utilizzare le pagine solo e solamente se strettamente necessario, solo e solamente se avrò qualcosa da fare o da dire.

Perchè, vedete, credo non sia  difficile percepire  l’alienazione che i social network stanno causando tra gli utenti del web.

Era bello l’internet di una volta, quello dove per chattare dovevi connetterti a Msn e quando ti serviva davvero qualcosa la cercavi su Google che ti rimandava alle voci enciclopediche di Wikipedia. Era bello l’internet di una volta, quando se eri un motociclista ti registravi e scrivevi sul forum dedicato agli appassionati di motociclismo, se eri un fan dei Beatles scrivevi sul forum dedicato ai Beatles, se eri un appassionato di Mac scrivevi sul forum per gli appassionati di Mac e così via…Era bello l’internet di una volta, la rete di una volta.

…Poi si diffusero i social network…il peggiore di tutti: Facebook.

Facebook a differenza di Myspace e Twitter non ha una funzione specifica (Myspace risulta  utile per i musicisti, ad esempio e Twitter risulta “ordinato” e relativamente utile per i giornalisti/scrittori o per chi punta a contenuti specifici, specialmente testuali ).

Facebook invece è un inutile groviglio di contenuti di bassa qualità a cui, parliamoci chiaro, la gente comincia ad accederci per inerzia e non più per utilità. Quando si comincia a fare qualcosa per abitudine e non per uno scopo ben preciso, bè in quel momento bisognerebbe cominciare a porsi degli interrogativi. E le mie domande sono:

Perchè mai dovremmo continuare ad alimentare le casse di una multinazionale americana che guadagna sui contenuti della nostra vita privata ? (ogni post, foto e contenuto pubblicato appartiene a loro e li fa guadagnare in pubblicità )

Perchè mai dovremmo continuare a frequentare un “luogo” che, seppur figlio della realtà, deforma ed esagera la stessa ?  Un “luogo” che mediocrizza la cultura, un “luogo” dove si è continuamente bombardati da contenuti veloci su cui non si ha nemmeno il tempo di riflettere, un “luogo” che induce all’invasione e alla auto-invasione della privacy, un “luogo” che ha contribuito ad appiattire i rapporti umani e all’acuirsi della incomunicabilità dei tempi.

Perchè mai dovremmo passare i pomeriggi ad aspettare che qualcuno si colleghi in Chat ? Usare Facebook “per abitudine” e alienazione e non perchè ci è utile davvero ?

Sicuramente starete pensando: sì, hai ragione, ma stai esagerando: l’importante è usarlo con moderazione. Peccato che, se pure è vero che “in medio stat virtus”, chi di noi ormai riesce a non farsi trascinare dalla tentazione dell’abuso ? Ben pochi, sopratutto tra gli adolescenti.

Per questo, io personalmente, scelgo di non collegarmi più quotidianamente e se dovessi riaprirlo mi chiederei:

“Vediamo, mi sto ricollegando, perchè mi sto ricollegando ? Ah, sì, devo scrivere sulla mia pagina fan che farò un concerto in quel posto a quell’ora e poi chiudo immediatamente.”

 


JQooBe: una rivoluzione informatica tutta italiana

Diffondiamo la notizia dal sito tuttosoft.it ”

Il progetto in questione è un un “content management system”, in acronimo CMS, letteralmente “sistema di gestione dei contenuti”. JQooBe è un progetto completamente OpenSource distribuito sotto Licenza GNU-GPL che permette la creazione, manutenzione e gestione di portali e siti di qualsiasi tipo.Lo sviluppo del CMS è iniziato nel Novembre 2008, le sue potenzialità sono molteplici, JQooBe è stato sviluppato in php e ajax e a differenza degli attuali CMS è molto più leggero, ben progettato, senza funzioni ripetute o codice inutile che appesantiscono inutilmente il portale, prodigi ottenuti seguendo una corretta programmazione a oggetti. Le particolarità di JQooBe sono :

Validazione XHTML 1.0 Strict e CSS 2.1 di tutto il CMS (sia frontend che backend) -

Installer Automatico con un wizard che accompagna l’utente nel processo della prima installazione ( Nel sito ufficiale è presente il video dell’installer in funzione ) -

Possibilità di utilizzare il CMS con Ajax o con le normali funzionalità. -

Titoli Dinamici. -

Meta Tags Dinamici. -

Gestione Utenti -

Gestione gruppi Utenti -

Gestione Privilegi dei gruppi o del singolo utente -

Gestione Managers ( Sono tutti i singoli moduli che permettono le differenti funzionalità nel CMS ES: Manager downloads – Manager News….)

Gestione Newsletter

Gestione Banner

Gestione Downloads

Gestione Video e PhotoGallery

Gestione Forum

Gestione Statistiche

Integrazione automatica di file Multilingua ( Basterà inserire il file con la relativa traduzione e tutto il portale verrà tradotto nella lingua selezionata )

Personalizzazione da Parte dell’amministratore dei campi si registrazione e del profilo utente

Gestione Database ( Possibilità di aggiungere o rimuovere campi e tabelle dal server Mysql senza dover per forza entrare fisicamente nel PhpMyAdmin )

Form Dinamici ( Basterà puntare una tabella del database con i relativi campi ed il form verrà generato in automatico )

Ordinamento dei Manager con il Drag’n Drop

Un Framework proprietario integrato che faciliterà la programmazione dei managers anche ai programmatori con meno esperienza.

Collegamenti per i più famosi Social Bookmarks

Possibilità di Importare Utenti da altri CMS come Php Nuke o Joomla

Templates in puro HTML

Backup Database Mysql Automatico

Il giorno 28 Gennaio 2011 è stata messa online la prima versione Beta del CMS , nella sezione downloads abbiamo reso disponibili i file per le traduzioni, stiamo cercando collaboratori o chiunque decida di sostenere questo progetto, da editori a traduttori, grafici, beta tester

Ricordati che è un progetto Opensource e non stiamo offrendo lavoro, ma solamente cercando una mano d’aiuto in qualsiasi campo, tutto il progetto è stato sviluppato nel nostro tempo libero mettendo a disposizione tutto l’impegno possibile.

Credo che questo sia il primo CMS completamente made in Italy o quanto meno l’unico ad avere queste caratteristiche. Per diversi anni ho realizzato scripts per PhpNuke con la mia comunità di Tuttosoft.it, poi dopo un po continuavo a credere che non ne valeva più la pena e mi son chiesto perché non realizzare un CMS tutto Italiano ? noi Italiani non siamo da meno di altri ecco JQooBe.

Il progetto è nato dalla collaborazione di Pilia Federico ‘Queen_live78′ e Pirosu Andrea ‘Abramus75′, inizialmente alla prima stesura del codice partecipò anche Allegrini Matteo ‘Golconda82′, che ancora oggi ringrazio per l’impegno messo a disposizione.

Solo vedendo il sito ufficiale potete rendervi conto dell’innovazione, della funzionalità e della potenza del progetto!

http://www.jqoobe.org


Poco tempo per scrivere…

Ho poco tempo per scrivere:  i miei per punizione mi impediranno per un mese di utilizzare il computer,

questo perchè sono letteralmente scappato di casa! :)

Le mie mete?

Sono stato 4 giorni fuori di casa.

Sono prima andato a Roma, ho preso il treno per un paesino dell’Umbria e poi li’ sono andato a trovare una ragazza di cui mi sono follemente innamorato..! Una vera donna! Una vera rivoluzionaria!

Tornato a Roma e avendo perso il pullman di ritorno sono andato a trovare un’amica ;)

Dunque sono fuggito ! I miei 60 euro mi sono bastati per tutto!

Fuggito per amore, fuggito per pace, sentimento, ideali e libertà!