Se in Italia parlassimo come gli svedesi

Se in Italia parlassimo come gli svedesi (tentativo di rendere il modus pensandi svedese nella lingua italiana):
– Hei! Mi chiamo Matteo, ho letto (pensa te) un intero programma in Filosofia Antica, era un programma al 50% e intanto ho lavorato al 20%. Ho cominciato settimana due del venticento diciannove.
– Un intero programma? Quanto contributo hai ottenuto?
– Nessun contributo, uno deve avere la cittadinanza svedese per ottenerlo. Comunque, sei prenotabile per una passeggiata la settimana trentaquattro? Non preoccuparti, non inviterò nessun extra amico.
– Lo penso sì.
– Molto bene! Ciao! Ci vediamo la settimana trentaquattro. Ma che tempo?
– All’orologio 12 e 23.

Un articolo a caso