Lettera da un’epoca che accuso

Del malessere si può fare un’arte
le ultime parole di Michele
prima di morire da filosofo
l’arte di spiegare perché lo si sta facendo.
I giornalisti pagati per raccontare
quelli in alto per somministrargli il veleno.
Sono stufo di sprecare sentimenti, desideri e chiedersi cos’è vincere
sono stufo di sentirmi dire che chi è sensibile avrà un reddito garantito
il sonno antropologico del mondo quello dei trentenni cancellato dai sessantenni sessantottini.
Quando cadde sul pavimento
San Remo in onda già stava andando
cantando canzoni d’amore vuoto speravano che nessuno seguisse l’esempio
La mia epoca la accuso di alto tradimento come una matrigna che non ha accolto suo figlio
la mia vendetta è questa se sarete più bravi quando avrete fame ne troverete una migliore
M.Iammarrone

Un articolo a caso