Attenzione, attenzione, guerra civile per l’imprenditore…

Questo è tanto, questo è troppo. Parlerò un po’ di politica istituzionale, fingerò dunque di credere che le istituzioni all’interno di questo sistema servino a qualcosa. Fingerò di credere che la politica conti qualcosa e che non sia soggetta, come invece è nella realtà, dai poteri economici. Prime domande: ma gli italiani che razza di gente sono? Specialmente quelli che votano il PD credendo di votare un partito di sinistra e votano il PDL credendo di votare un partito di destra che razza di gente sono? Possibile che in vent’anni non abbiate ancora capito che l’avvento del berlusconismo ha completamente stravolto la dialettica sinistra riformista-destra liberale? Berlusconi non è di destra (nè tanto meno è un liberale). Il PD non è di sinistra (nè tanto meno riformista, anzi è un partito ultraconservatore nella forma e completamente vuoto nei contenuti).

Per non parlare dell’Unione Europea e delle sue politiche economiche imposte che hanno ulteriormente azzerato la possibilità dello svolgersi di questa “classica” dialettica a cui ho appena fatto riferimento. Assodato dunque che il PD non ha idee (né tanto meno idee di sinistra, ma è solo un braccio delle politiche UE) ed il PDL è un partito personale che non ha colore, ma è semplicemente l’estensione della proprietà privata del signorino B. ed è nato non per il “bene del Paese”(che poi quando si dice “Paese” a quale parte del Paese ci si riferisce?), ma per il Bene del signorino B. e della sua sporca congrega mi domando che senso abbia per l’opinione pubblica, i giornalisti e i politici continuare ad interessarsi (ipocritamente, e talvolta a lucrare) sulla faccenda facendo ancora credere che ci sia differenza tra PD e PDL, indignandosi o esultando per la condanna in Cassazione, parlando ancora di questo esserino e non dei problemi veri. Quanto miseri possono essere coloro i quali vedono ancora in B. un salvatore o anche solo un “discriminante” politico? Quanto miseri? Guarda caso sono coloro i quali si sentono rappresentati da lui, coloro i quali lo invidiano o coloro i quali si incolleriscono se non viene condannato, ecco i suoi elettori e i suoi nemici chi sono! Ecco perché i suoi elettori e i suoi nemici sono così, come lui: volgari, rozzi, pregiudiziosi, mediamente di bassa cultura e solitamente inclini al populismo gretto e all’anticomunismo più cieco e feroce che sa di “caccia alle streghe” (sì, avete letto bene, berlusconiani e antiberlusconiani “giustizialisti” sono due volti della stessa medaglia).

E…attenzione, attenzione…

Bondi (noto fido di B.) oggi ha dichiaro  “rischia davvero una forma di guerra civile dagli esiti imprevedibili per tutti”.

Bene! Bene! Bene! A tutti noi che ogni giorno lottiamo per stravolgere questo sistema l’accostamento della parola guerra e della parola civile ci fa, come minimo, battere il cuore, fa battere il cuore a chi è stanco di subire le vessazioni del proprio padrone, a chi vengono negati anche diritti di base (come quello a casa) e poi (intellettualmente parlando) a chi è a conoscenza di certe “nefandezze sistemiche”…ma c’è qualcosa che non torna: ci rendiamo conto che gli italioti non sono andati in piazza per il vergognoso acquisto di strumenti di morte quali i cacciabombardieri (comprati con 20 Miliardi delle loro tasse in un momento in cui vengono chiesti loro sacrifici), non sono andati in piazza per la chiusura di grandi fabbriche, la perdita di posti di lavoro e di diritti, non sono mai andati in piazza in massa a Roma per chiedere la fine del vergognoso e inutile progetto TAV Torino-Lione, non sono andati in piazza per la truffa del debito pubblico che ci strangola, per le banche private, per il signoraggio bancario, per l’inciucio PD-PDL e vanno in piazza o anche solo si indignano così tanto per la condanna ad un (im)prenditore per giunta anche volgarotto e saccente? Svegliatevi! Dov’è la dignità che da esseri umani dovreste avere? Ma dove siete cresciuti? Da dove venite? Non avete mai letto il significato della parola dignità? Non avete mai assaporato l’essenza della libertà ?(quella vera, eh)

Articoli Correlati